CronacaNewsPoliticaPrimo PianoRegione CampaniaScuola

Rientro a Scuola, Regione Campania, De Luca :” Dal Governo decisioni irresponsabili”

Sindaco di Benevento, Mastella: "Da Azzolina parole dissennate"

Il Governatore della Campania, De Luca, nel pomeriggio odierno, durante una diretta sulla pagina facebook istituzionale, ha detto la sua sulla riapertura delle scuole in Campania.

I passaggi fondamentali

“C’è stata una ripresa dei contagi in tutta Italia. Le cause sono fondamentalmente due: il rilassamento generale nel nostro Paese, con assembramenti di migliaia di giovani, e le scelte errate del Governo nazionale. L’apertura totale delle frontiere in uscita e in entrata senza nessun controllo ha penalizzato il nostro Paese”

“Altra decisione del Governo, a parer mio assurda, è quella relativa all obbligo delle mascherine dalle 18 alle 6. L’elemento critico è l’assoluta scomparsa delle forze dell’ordine. Nessuno controlla per cui si tratta di una norma totalmente inapplicata. Che senso ha emanare ordinanze se poi non si fa nulla per farle rispettare? O lo Stato c’è o meglio evitare di fare ordinanze in questo modo. Ci riempie soltanto di ridicolo, almeno evitiamo di gettare discredito sulle istituzioni.  Vista la situazione, a fine agosto valuteremo se chiedere al Governo di ripristinare la limitazione della mobilità interregionale, salvo motivi lavorativi e sanitari” .

Scuola

“Il 14 settembre si aprirà l’anno scolastico, avendo il Governo e le forze politiche scelto in maniera irresponsabile. Andremo ad aprire le scuole, poi a richiuderle, sanificare, montare i seggi e sanificare nuovamente. Richiuderemo nuovamente per i ballottaggi e così via. Non voglio fare commenti perché andrei oltre il codice penale”.

“Gli impegni assunti dal Governo, in ambito scolastico, presentano, a mio parere, una serie di problemi. Innanzitutto lo screening di massa sul personale sanitario fatto su base volontaria, per me è una cosa assurda e demenziale. La seconda incongruenza riguarda la collaborazione dei medici di famiglia: non tutti hanno aderito all’accordo nazionale per cui un 30% non parteciperà al programma per gli screening. Ci impegneremo noi Regione a farlo”.

“La riapertura delle scuole è una delle priorità della Campania. Qui potrei dire davvero parole pesanti. Siamo l’unica regione d’Italia, e io l’unico presidente, a non aver dato il consenso per la data delle elezioni. Ciò perché sapevamo che avremmo avuto una ripresa di contagi e, dunque, problemi relativi alla preparazione della campagna e della ripresa scolastica”.

“Per noi sarebbe stato ragionevole programmare le elezioni per l’ultima settimana di luglio, così da poterci poi dedicare all’apertura dell’anno scolastico. Ma abbiamo classi dirigenti nel nostro Paese che se ne infischiano dell’apertura dell’anno scolastico. Per loro è più importante la politica politicante.

“Il controllo della temperatura agli alunni deve essere fatto a casa. Se c’è un positivo si chiude la scuola. Anche qui potrei fare commenti pesanti. Io credo sia ragionevole che il controllo avvenga a scuola, non a casa. Inoltre, spesso capita che i ragazzi si sentano male, non solo per Covid. In quel caso cosa succederebbe? L’età media dei contagiati si è notevolmente abbassata, uno studio dimostra quanto la carica virale sia fortissima anche nei bambini”.

Il sindaco di Benevento, Mastella “Le parole dissennate del Ministro Azzolina non aiutano”

“Chiedo ufficialmente al Presidente De Luca di riaprire in Campania le scuole nella prima decade di ottobre. Mi pare infelice la data del 14, per poi chiudere dopo due giorni a ragione delle elezioni. Ottobre dà maggiore serenità alle famiglie ed all’intero mondo scolastico, dà un minimo contributo al prolungamento ad una stagione turistica infeconda per gli operatori. Consente l’espletamento delle procedure di gara, che possono fornire banchetti adeguati per tutti i ragazzi”. Lo dichiara il sindaco di Benevento, Clemente Mastella. “Sappiamo tutti – conclude – che in questa fase il rischio zero non c’è, come si evidenzia in Europa, ma creare serenità è indispensabile. Le parole dissennate del Ministro Azzolina non aiutano”.

Maria Rosaria Voccia

 

www.facebook.com/watch/?v=324632652058063&extid=D0O8smAuTLhHoAQW

 

Tags

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, autrice del Format Campania in Fiamme: Criticità & Proposte, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Sono progettista culturale, ideatrice di Format, organizzatrice e curatrice di eventi.

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più
Close