AmbienteCronacaNews

L’Occhio nei Quartieri: Salerno, il Fiume Irno inquinato

Una discarica a cielo aperto

Sempre più preoccupante lo stato in cui versa il Fiume Irno. Risale a luglio il report di Goletta Verde che, da otto anni, assegna al fiume il giudizio di fortemente inquinato alla foce.

Per questo motivo, Legambiente chiede che la carenza depurativa e l’attuazione del servizio idrico integrato in generale diventi davvero la “priorità del neo istituito Ente Idrico Campano, al cui capo è posto un Comitato Esecutivo costituito da 20 Amministratori dei comuni campani”.

 Fiume Irno

 “Nel Fiume Irno Si evidenzia sostanza arancione, in via Nofilo e via Aldo Moro, sempre presente e di sconosciuta origine. Si ipotizza siano ferrobatteri ma non si conosce se di origine naturale o dovuta agli interventi dell’uomo. Facilmente identificabili sono gli scarichi fognari che tranquillamente si riversano nel fiume in località via Tommaso San Severino ed in via Nofilo. In quest’ultima zona, sono presenti i pozzetti del collettore generale fogne, che con una semplice pioggia riversano i reflui nel fiume”. Così recita il report degli ambientalisti.

ARPAC

I dati Arpac relativi ai controlli analitici svolti nel 2016 sulle acque in uscita dagli impianti di depurazione, sebbene non realizzati su tutti gli impianti e in numero adeguato, evidenziano appieno quanto sia critica la situazione. Su base regionale ben il 38% dei controlli è risultato “non conforme”, con punte di non conformità del 70% per gli impianti della provincia di Avellino e a seguire del 66% per quelli della provincia di Salerno, 52% per la provincia di Benevento, 27% per la provincia di Caserta e 22% per la provincia di Napoli.

Maria Rosaria Voccia

Fotoreporter Guglielmo Gambardella per Sevensalerno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags
Mostra altri

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Collaboro con varie testate nazionali. Sono organizzatrice e curatrice di eventi.

Articoli correlati

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più