LocaliOspitalitàTime OutVideo

A pero’: l’Aperitivo lo faccio a casa

Per tutti gli estimatori del cocktail, da oggi parte un nuovo appuntamento settimanale su Sevensalerno

Per tutti gli estimatori del cocktail, da oggi parte un nuovo appuntamento settimanale su Sevensalerno.

A pero’, la fresca idea nata dalla sinergia tra Sevensalerno e Gerardo Cusati, titolare del Negroni Therapy a Marina di Camerota.

La filosofia che ci accomuna è quella del “bere responsabilmente”.

Un consumo di alcool moderato e consapevole, quindi responsabile, è del tutto compatibile con la vita personale e sociale delle persone ed anzi, in alcuni casi, può addirittura migliorarne la qualità. Bere senza controllo o bere nel momento, nel luogo, o per motivazioni sbagliate significa bere in maniera non responsabile e può comportare rischi anche gravi per la salute e la sicurezza degli individui e per la loro convivenza civile.

Il venerdì la diretta sul canale social viene amplificata ed approfondita sul nostro settimanale con ricette, storia e tradizioni, e perchè no, allegria.

Gerardo Cusati: “Mi piace preparare cocktails e sono felice di farvi scoprire alcune delle mie specialità oppure semplicemente dei drink conosciuti in tutto il mondo.Cercherò di portare l’ aperitivo in casa, perché non fare assaggiare quello che bevete il sabato sera ai vostri genitori?”.

L’ Aperitivo è quel momento di relax, piacere, da condividere con chi si vuole.

Dal latino aperitivus che significa “che apre”, è una bevanda in grado di stimolare l’ appetito.

Diffuso dal 1876 a Torino grazie alla piccola Bottega di Liquori Cappano, che diede vita ad un Vermouth, vino aromatizzato con China, era il preferito dal Re d’ Italia – Vittorio Emanuele II, e divenne l’ aperitivo ufficiale di Corte, ribattezzato “Punt e Mes”, per quel suo punto e mezzo di amaro in più.

Iniziamo con il Mojito e le sue varianti

Il mojito è un famoso cocktail di origine cubana composto da rum bianco, zucchero di canna, succo di lime, foglie di menta (nota come hierba buena a Cuba) e acqua di Seltz. È un cocktail ufficiale IBA.

L’origine del mojito rimane piuttosto controversa: viene spesso narrato che un cocktail simile al moijto fu inventato dal famoso pirata inglese Sir Francis Drake (El Draque) nel XVI secolo. Quella versione era preparata con aguardiente (rum non invecchiato) di bassa qualità, lime, acqua, zucchero raffinato bianco di canna e una specie locale di menta, la hierbabuena. Nella metà del 1800 pare che la società Bacardi abbia dato un impulso di popolarità alla bevanda, che comunque raggiungerà la sua definitiva popolarità solo nel XX secolo.

Anche sulla versione moderna del mojito non pare esistere certezza assoluta su chi lo ha proposto per primo, anche se i nomi solitamente più pronunciati sono quelli di barman della Bodeguita del Medio, Attilio De La Fuente, oppure Angel Martinez, che effettivamente rilevò il locale nel 1942, all’apice della sua notorietà per essere frequentato da noti personaggi.

Contrariamente a quanto ritenuto comunemente, è tuttavia falso che Ernest Hemingway fosse un noto consumatore della bevanda: la frase a lui attribuita, scritta anche nel locale “My mojito in La Bodeguita, My daiquiri in El Floridita”, sebbene meritevole di aver reso celebre la bevanda anche fuori da Cuba, è apocrifa.

Esistono diverse teorie anche riguardo l’origine del termine “Mojito”. Secondo alcuni, esso sarebbe legato al “mojo”, un condimento tipico della cucina cubana a base di aglio e agrumi, usato per marinare.

Un’altra teoria lo lega alla traduzione della parola spagnola mojadito, che significa “umido”. Un’ultima ipotesi, considerata comunque la meno attendibile, fa risalire l’etimologia della parola al termine vudù mojo, che significa “incantesimo”.

Noi utilizziamo Brugal – Repubblica Domenicana , la cui storia inizia nel 1888 grazie a Don Andres e alla grande estensione di coltivazione canna da zucchero e melissa.

RICETTA

MOJITO Cubano

1 parte e mezza di rum bianco (Havana)

3/4 di Lime premuto

2 cucchiaini di zucchero di canna

6 foglioline di menta

Ghiaccio a pezzettoni

Acqua gassata

MOJITO

1 parte di rum bianco (Brugal)

1 lime pestato

2 cucchiaini di zucchero di canna

1 rametto di menta

Ghiaccio spezzettato

Soda o acqua tonica

2 goccie di Angostura

CAMPARI MOJITO

1 parte di Bitter Campari

1/2 lime pestato

2 cucchiaini di canna da zucchero

Selz o acqua gassata

Menta come decorazione.

Il metodo e la preparazione la potete vedere nel video..

Scriveteci a redazione@sevensalerno.it

Redazione 

 

Tags

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, autrice del Format Campania in Fiamme: Criticità & Proposte, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Sono progettista culturale, ideatrice di Format, organizzatrice e curatrice di eventi.

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più
Close