CronacaCulturaNews

Vietri, la presentazione del libro sulla storia del Porto

Con l’evento “Vietri nella storia del sistema portuale salernitano” si tornera’ a discutere del volume “La Riforma Portuale di Federico II”, scritto dall’avvocato marittista Alfonso Mignone.

Nella Ordinatio novorum portuum per regnum ad extraenda victualia varata da Federico II nel 1239 è menzionato il porto di Vietri che era stato concesso precedentemente da Ruggero Borsa alla Badia di Cava per i propri i traffici marittimi. Con Federico II il porto ritornò alla Corona ma furono confermati i privilegi commerciali.
In età moderna e fino agli albori del Regno d’Italia restava scalo di una certa importanza per il cabotaggio costiero e i piccoli traffici nonchè per la pesca. Ciò era dovuto alla felice posizione all’interno del commercio tirrenico, il diretto rapporto degli opifici con la spiaggia e le retrostanti colline ricche di legname. Oggi lo scalo di Vietri si prepara ad avere un futuro come attracco delle linee di cabotaggio per Salerno, Isole e Costiera.

Saluti istituzionali

Modera Antonio Dura

Interventi

Alfonso Mignone – Il porto di Vietri all’epoca di Federico II

Maria Antonietta Del Grosso – Marineria in Principato Citra in età moderna

Aniello Tesauro – Aspettative portuali a Vietri nell’Ottocento

Redazione

Tags

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Collaboro con varie testate nazionali. Sono organizzatrice e curatrice di eventi.

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più
Close