AmbienteCronacaNews

Regione Campania: Rifiuti, chiude Acerra per 40 giorni

Il Governatore De Luca:"In campo per risolvere in maniera strutturale"

Stamattina Assemblea pubblica alla Regione Campania per le problematiche ambientali.

Dal 30 agosto al 12 ottobre chiude l’impianto di Acerra, e il governatore De Luca ha chiesto ai sindaci e agli enti preposti di attivarsi immediatamente per cercare altri siti provvisori per lo stoccaggio.

Dopo l’allarme del Consiglio d’Europa per le ecoballe in Campania, è stato chiesto all’Italia di fornire entro il 16 dicembre 2019 informazioni dettagliate sul sistema di stoccaggio e smaltimento dei rifiuti. Ancora, i cittadini devono avere possibilità di fare ricorso contro la cattiva gestione del sistema.

La Campania è l’unica regione italiana ad essere costantemente monitorata. Piano Straordinario per la rimozione delle ecoballe

“La Campania è l’unica regione italiana ad essere costantemente monitorata”, ha dichiarato il Governatore De Luca

“Se io dovessi stare qui per galleggiare o lisciare il pelo preferisco andare a casa perché ci sono cose molto più gradevoli nella vita. Ma siamo qui per una svolta strutturale in Campania e per risolvere problemi che bloccano lo sviluppo di questa terra. E quello dei rifiuti lo è. Il nostro piano straordinario per la rimozione delle ecoballe va avanti: finora abbiamo rimosso il 40% dei quantitativi appaltati. È un’operazione complessa, ma non ci fermeremo”.

Il Governatore De Luca ha poi detto che “È in atto un programma impegnato a verificare la ricaduta di impatto ambientale sulla popolazione,abbiamo censito ventimila giovani, e il territorio”.

La Terra dei Fuochi per De Luca, non è più la Campania, ma va da Roma in su.

Individuare nei Comuni micro aree per lo stoccaggio provvisorio

“L’obiettivo dell’amministrazione regionale è quello di diventare la prima regione per politiche ambientali. Abbiamo avuto attacchi mediatici e merceologici, a causa dell’ alta competizione tra nord e sud. Bisogna Promuovere atti di responsabilità, individuando nei Comuni campani micro aree per lo stoccaggio provvisorio”.

Precisazioni : Non c’è nessuna crisi dei rifiuti in Campania

In merito ad un presunto, inesistente, e non meglio definito “Piano della Regione per i siti di stoccaggio”, la Regione Campania ha precisato:

“Il Piano non è mai stato ideato né proposto in alcuna sede dalla Regione Campania. A riprova che in questa fase la Regione non ha redatto alcun Piano per i siti di stoccaggio , ma solo sollecitato società provinciali ed Enti d’ambito a formulare proposte per i loro territori, va rimarcato che è stata convocata dalla Regione una riunione per martedì 23 luglio proprio per fare il punto in modo coordinato su tali proposte.

Non c’è nessuna crisi dei rifiuti in Campania. 

Maria Rosaria Voccia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Collaboro con varie testate nazionali. Sono organizzatrice e curatrice di eventi.

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più