CronacaNews

Polizia, Salerno: Controlli sul territorio

Circa 1.000 controlli e 2 arresti nei servizi della Polizia di Stato intensificati nel weekend nelle  stazioni ferroviarie ed a bordo dei treni in Campania

982 persone controllate, 43 treni scortati, 351bagagli ispezionati,  2 arrestati e 3 denunciati in stato di libertà è il risultato dei controlli operati nell’ultimo weekend nelle principali stazioni ferroviarie campane  dal personale della Polizia di Stato del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania.

In particolare  domenica mattina un cittadino extracomunitario è stato arrestato per furto aggravato. Il trentunenne nigeriano è stato notato aggirarsi in un bar della stazione di Napoli Centrale e sostare in prossimità dei bagagli di diversi passeggeri. Osservato a distanza dai poliziotti è stato intercettato mentre si appropriava della borsa che una viaggiatrice aveva agganciato alla spalliera della sedia, mentre consumava la colazione. M.S.B.  è stato bloccato ed arrestato  dagli operatori  della Polfer, mentre tentava di allontanarsi ed è stato anche denunciato  perché irregolare sul territorio nazionale. Sottoposto a giudizio con rito direttissimo l’uomo è stato condannato a 6 mesi di reclusione e 200 euro di multa.

Tra i risultati dell’intensa attività svolta dalla Polizia Ferroviaria spicca anche l’arresto, a bordo di un treno Alta Velocità, di un quarantottenne napoletano evaso dagli arresti domiciliari. G.R.  è stato controllato con il palmare di servizio, nel corso di una scorta a bordo treno e non è stato in grado di fornire spiegazioni a proposito della sua presenza sul convoglio  diretto a Roma, mentre risultava essere sottoposto agli arresti domiciliari nella sua abitazione di Napoli,  per  un furto commesso in  una gioielleria di Salerno alcuni giorni or sono.

Le misure di controllo predisposte dal Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania  vengono ulteriormente intensificate sia nelle stazioni che a bordo dei treni, nei fine settimana, in ragione dell’aumento dei viaggiatori che nel periodo estivo utilizzano il trasporto ferroviario per raggiungere le località balneari del sud.

Durante i servizi di scorta ai treni i poliziotti scandagliano i convogli, compiendo frequenti passaggi lungo tutte le carrozze. Le  persone sospette vengono così individuate e controllate con i palmari di ultima generazione, strumenti che consentono di accedere in tempo reale alle banche dati delle Forze di Polizia, attraverso la lettura ottica dei documenti di identità. I   bagagli sospetti o incustoditi sono ispezionati e controllati  con i metal detector.

 

SALERNO: la Polizia arresta pregiudicato responsabile di furto di un portafogli all’interno di un albergo ed indebito uso di carta di credito

Gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale – Sezione Volanti hanno arrestato in flagranza di reato un uomo responsabile di furto di un portafogli ed indebito utilizzo di carta di credito. Nel pomeriggio di ieri, 24 giugno alle ore 16.30 circa, gli operatori si portavano presso una struttura ricettiva cittadina, per una segnalazione di furto di portafogli ai danni di una donna ospite. La vittima dichiarava che poco prima, mentre si trovava al bar dell’albergo, veniva derubata del proprio portafogli, che aveva momentaneamente appoggiato sul bancone del bar. Nel contempo, un’altra pattuglia veniva inviata in corso Vittorio Emanuele, presso un esercizio commerciale, in quanto era stato segnalato l’utilizzo indebito delle stesse carte di pagamento asportate poco prima alla donna presso l’albergo e sul posto gli agenti acquisivano da alcuni testimoni la descrizione dell’uomo che aveva indebitamente utilizzato le carte. In quei frangenti, proprio in corso Vittorio Emanuele, transitava libero dal servizio, un agente appartenente alla Sezione Volanti, che avendo sentito poco prima la nota radio del fatto, con la descrizione fisica del responsabile, lo riconosceva mentre usciva da un negozio. Avvertita prontamente la pattuglia di zona e tenendo sempre d’occhio il soggetto, questo veniva fermato poco dopo con alcune buste di vari negozi e identificato per D.E.A. di anni 37, con precedenti specifici. La successiva perquisizione personale permetteva di rinvenire indosso allo stesso un porta tessere, contenente i documenti identificativi e le due carte di pagamento intestate alla vittima. Dagli scontrini fiscali rinvenuti nella disponibilità dell’uomo fermato, si accertava che aveva acquistato calzature nonché calze ed indumenti intimi per un valore complessivo di circa 250 euro. La merce acquistata illecitamente veniva restituita ai titolari dei rispettivi esercizi commerciali. Dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria l’arrestato veniva accompagnato presso la sua abitazione agli arresti domiciliari in attesa del giudizio di convalida.

Sarno: Il Questore emette il provvedimento di sospensione per 15 giorni dell’attività di un bar frequentato da pregiudicati dove si erano verificati gravi episodi.

 

Il Questore della Provincia di Salerno, ha ordinatola sospensione per quindici giornidell’attività di un pubblico locale di tipo bar a Sarno. Il provvedimento è scaturito in seguito ad una serie di episodi verificatisi all’interno dello stesso, abitualmente frequentato da soggetti pregiudicati, il più grave dei quali è stata un’aggressione ad un avventore pluripregiudicato che veniva accoltellato all’addome nell’aprile scorso. In esito a vari controlli all’esercizio, gli agenti della Polizia di Stato ed i militari dell’Arma dei Carabinieri segnalavano all’interno del locale alcuni avventori, anche minorenni, trovati in possesso di volta in volta di sostanze stupefacenti ed oggetti atti ad offendere. Pertanto, considerato che tali episodi risultano pregiudizievoli per l’ordine e l’incolumità pubblica, creando elevato allarme sociale in città, il Questore ha emesso il provvedimento inibitorio a carico del titolare dell’attività ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza.

Nocera Inferiore

Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore, la Polizia di Stato, nella serata di ieri, ha dato esecuzione al provvedimento di fermo di indiziato del delitto di omicidio volontario aggravato emesso nei confronti di PASSARIELLO Giuseppe cl. 82.

Il provvedimento cautelare è stato adottato all’esito delle immediate attività di indagine condotte dalla Squadra Mobile di Salerno con ausilio del Commissariato di P.S. di Nocera Inferiore, avviate in seguito all’intervento presso il pronto soccorso del locale Ospedale “Umberto I”, ove durante la notte del 22 giugno scorso era giunta cadavere, tramite autoambulanza del 118, la minore PASSARIELLO Jolanda proveniente dal proprio domicilio in S. Egidio del Monte Albino.

All’atto dell’accettazione, la minore presentava varie ecchimosi ed escoriazioni, per le quali – all’esito di un primo esame del corpicino senza vita della piccola, svolto dal medico-legale immediatamente intervenuto – si riteneva necessario approfondire i fatti mediante l’escussione dei genitori, di testimoni e mediante accertamenti specifici.

Allo stato, ferma restando la necessità di attendere l’esito dell’esame autoptico, PASSARIELLO Giuseppe, padre della minore deceduta, è gravemente indiziato di ripetuti maltrattamenti che hanno causato la morte della minore Jolanda quale conseguenza delle lesioni dalla stessa riportate, aggravate dall’omissione reiterata dei necessari soccorsi.

Al termine delle formalità di rito PASSARIELLO Giuseppe è stato associato alla Casa Circondariale di Salerno.

MONTI Immacolata, madre della minore, è indagata in stato di libertà per concorso nella commissione dello stesso delitto.

Il conferimento dell’incarico per l’esame autoptico sulla salma di PASSARIELLO Jolanda è stato fissato per le ore 15.00 odierne.

 

Redazione

 

Tags

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Collaboro con varie testate nazionali. Sono organizzatrice e curatrice di eventi.

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più