Arte in cittàCultura

Salerno, CaM-Collettivo aMargine propone un confronto sulla sperimentazione sociale

Il prossimo 1° Giugno, alle ore 10:30, presso lo Studio di Progettazione Officina Ghetto nella periferia di Salerno, zona Parco del Mercatello, il CaM – Collettivo aMargine propone un confronto sulla sperimentazione sociale.

L’occasione sarà per l’orafo scultore NiBo quella di stimolare l’intuito e la curiosità dei presenti per partecipare al processo elaborativo sperimentale di un’azione plurale artistica, sul valore delle casualità degli incontri. 31 scultori per l’occasione, con l’uso del corpo e del gesto si esprimeranno attraverso la materia, modellando e scolpendo la cera destinata alla microfusione per trasformarsi in bronzo.

Con le diverse abilità compreso le inesperienze, i contributi tematici dei singoli costituiranno l’opera in divenire, che si comporrà in un’unione narrativa a testimonianza che quando la reale virtù popolare è indipendente, forma ed emancipa la collettività. La programmazione dell’opera prevede più laboratori sperimentali, in sede e itineranti, divisi per numero di partecipanti, per giorni e luoghi.

Sarà presente Simonetta Nunziata, presidentessa dell’associazione AbilmenteInsieme, promotrice dell’iniziativa nel segno del suo principio fondativo: “Un mondo a misura di tutti”.

Redazione

Tags

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Collaboro con varie testate nazionali. Sono organizzatrice e curatrice di eventi.

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più