ArteCronacaCulturaSalernitanaSport

Cent‘Anni Granata, la collettiva a Palazzo di Provincia a Salerno

Presenti ex giocatori della Salernitana

“Cent’Anni Granata” è la mostra allestita nel palazzo della Provincia di Salerno, fino al 4 luglio: una iniziativa dedicata al rapporto tra la città e la sua squadra di calcio in 100 anni di storia

Spiega la curatrice Anna de Rosa: “Una squadra di calcio ha storia, fa storia parallela alla vita della città. Questo evento ricorda, racconta, interpreta con persone, personaggi, addetti giornalisti, tifosi, Artisti e festeggia una ricorrenza al di fuori di calciomercato o critiche o polemiche. La squadra della propria città, soprattutto se non è una grande, è un porto sicuro che permette a chiunque di prendere parte al gioco identitario in cui, ogni settimana, le tifoserie si impegnano”.

La cerimonia inaugurale ha avuto l’intervento di sportivi, esponenti delle istituzioni e della cultura, oltre che degli artisti e poeti impegnati nel progetto.

“Nonostante il caldo, ha accolto un pubblico coraggioso, incurante del dover partecipare ad un evento al chiuso, un pubblico partecipe, che si è divertito, dopo la visione del video rievocativo dei cuscinetti volanti a cura di Angelo Lazzano, a lanciarseli” ha continuato Anna de Rosa.

I cuscinetti di carta venivano acquistati dai tifosi prima di entrare allo stadio, avevano una duplice funzione, quella di sedersi con più comodità e quella di lanciarlo nel campo per festeggiare la vittoria.

Gli ex giocatori della Salernitana si sono raccontati rispondendo alle domande dei due moderatori, i giornalisti Luciana Mauro e Gianni Novella

Ciro Ferrara ex Capitano e Bandiera della Salernitana , ha emozionato col suo racconto , la sua carriera , la promozione in Serie B ottenuta con la stessa Salernitana nel campionato di Serie C1 (girone B) nella stagione 1989-1990 e quella in Serie A nella stagione Serie B 1997-1998.

Ferrara ha ringraziato i tifosi Salernitani che lo ricordano con particolare affetto, come un giocatore che ha dato molto alla loro squadra. A Salerno ha lasciato il cuore, ha raccontato, giocandovi più di 200 partite di campionato e detenendo, così, per lungo tempo il record delle presenze nella squadra salernitana. “La squadra era molto forte-racconta- Ricordo il grande Agostino Di Bartolomei e anche diversi giocatori di categoria ma di grande livello come Della Monica, Pecoraro, Donatelli.  Giocare al Vestuti era molto particolare; per la conformazione dello stadio, in campo si avvertiva molto il “rumore” del pubblico, il suo entusiasmo. Il pubblico salernitano è poi un pubblico molto caloroso”.

Claudio Grimaudo, difensore della Salernitana è da pochi giorni diventato nonno, emozionato perchè l’artista Alessandro Granato gli ha fatto e donato il ritratto. Detto “Cavallo pazzo”.

“Grinta, corsa e cuore, caratteristiche che servirebbero ora alla Salernitana per provare ad uscire dal momento nerissimo in cui si è infilata… delusione e rimpianto il campionato anonimo di serie B che sta trascinando la Salernitana verso il Centenario in un clima di rottura e distacco. Questa è una squadra che ha tanti calciatori importanti. Manca però l’attaccamento alla maglia, la dedizione, la voglia di onorare una piazza importante e che non merita questi risultati. Il segreto per farsi voler bene a Salerno è metterci il cuore, la determinazione, il sudare per quella che è più di una semplice passione. E forse qualche calciatore non lo ha ben capito. Vedere una squadra senza mordente, apatica in un momento delicato della stagione fa male. Mi sento un figlio adottivo di Salerno e so bene quanto la città soffra per questa situazione. Salerno è una città alla quale basta poco per identificarsi nella propria squadra ma che non vuole essere presa in giro. Per questo alla società dico di ripensare ai propri programmi”.

Raffaele Imparato il più giovane ,ex calciatore della Salernitana è da pochi giorni diventato papà. Ha avuto l’onore di indossare la maglia della prima squadra solo due volte nella stagione 2005/2006 e sei volte due anni dopo. Nonostante la “poca fortuna” da calciatore granata, il trentaduenne resta legatissimo ai suoi colori ed alla squadra che lo ha fatto crescere calcisticamente.

“I tifosi della Salernitana non li scopro certo io. Sono da altri palcoscenici, la serie B gli sta stretta. Andando spesso in giro, ovunque, ho esaltato la nostra tifoseria e quella Curva Sud Siberiano per la passione che mette e il suo modo di sapere esaltare la squadra.  E’ una società, quella granata, che non investe sul settore giovanile: in un momento di crisi, si dovrebbe attingere proprio dalle giovanili; inoltre si cambiano troppo spesso allenatori e giocatori. Deve essere presente qualcuno che coordina, che va a vedere giovani di valore. Abbiamo la seconda provincia più vasta d’Italia ed un bacino importante di giovani calciatori di talento. Un peccato non sfruttarlo”.

La Mostra

I saloni con le opere ‘a tema’   saranno visitabili dal lunedì al venerdì   dalle 9.30 alle 19.00

Gli artisti in esposizione : Pino Giannattasio, Antonio Lanzetta, Angelo Lazzano, Giovanni Armenante, Pasquale Mastrangelo, Alessandro Granato, Achille D’Onofrio, Loredana Spirineo, Regina Senatore, Stefania Grieco, Anna de Rosa, Jole Mustaro, Gilda Pantuliano, Felice Arcamone, Mauro Paparella, Salvatore Cesarano, Angelo Fortunato, Antonietta Acciani, Enrico Carniani, Mario Cobàs, Monica Michelotti, Raffaela Zambrano, Alessandra Onorato, Maria Irene Vairo, Pasquale Bacco, Stefano Peluso.

Maria Rosaria Voccia

Tags

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Collaboro con varie testate nazionali. Sono organizzatrice e curatrice di eventi.

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più