CronacaNews

Polizia, Salerno, controlli sul territorio

CAVA DE’ TIRRENI, DENUNCIA UOMO IN POSSESSO DI ARMI

NELLA GIORNATA DI IERI I POLIZIOTTI DEL COMMISSARIATO DI P.S. DI CAVA DE’ TIRRENI, IN ATTUAZIONE DELLE DIRETTIVE IMPARTITE DAL QUESTORE DI SALERNO, HANNO INTENSIFICATO IL PATTUGLIAMENTO A RIDOSSO DELLA FRAZIONE SAN PIETRO E LOCALITÀ MADDALENA DI CAVA DE’ TIRRENI, A SEGUITO DI ALCUNI FURTI AVVENUTI NELLA ZONA COLLINARE. SONO STATE CONTROLLATE DAI 6 EQUIPAGGI IMPIEGATI 85 PERSONE DI CUI UNA DECINA, ANCHE PROVENIENTI DAI PAESI DELL’ EST, CON A CARICO PRECEDENTI SPECIFICI IN MATERIA DI REATI DI NATURA PREDATORIA. NEI LORO CONFRONTI SONO IN  CORSO ACCERTAMENTI DOPO CHE GLI STESSI SONO STATI SOTTOPOSTI A RILIEVI FOTO-DATTILOSCOPICI DA PARTE DELLA POLIZIA SCIENTIFICA. NEL CORSO DELLA STESSA OPERAZIONE, VENIVA INDAGATO ANCHE UN CITTADINO ITALIANO M.M. DI ANNI 48, CHE VENIVA TROVATO IN POSSESSO DI MUNIZIONAMENTO PER PISTOLA E DI SOSTANZA STUPEFACENTE DEL TIPO HASHISH. TUTTO IL MATERIALE RINVENUTO VENIVA SOTTOPOSTO A SEQUESTRO. DOPO GLI ACCERTAMENTI DI RITO, IL QUARANTOTTENNE VENIVA PERTANTO DEFERITO ALLA COMPETENTE A.G. NEI PROSSIMI GIORNI SARANNO ULTERIORMENTE INTENSIFICATI DA PARTE DEL COMMISSARIATO DI CAVA DE’ TIRRENI I CONTROLLI FINALIZZATI A PREVENIRE E REPRIMERE IL FENOMENO DEI FURTI E DELLO SPACCIO DI DROGA.

SALERNO: denunciato per maltrattamenti alla moglie, minaccia il suicidio; la Polizia di Stato lo blocca e lo affida alle cure sanitarie.

Nell’ambito dei predisposti servizi di prevenzione e soccorso pubblico, nella  decorsa notte, alle ore 02.30 circa, gli agenti della Polizia di Stato – Sezione Volanti, in via Allende notavano un’autovettura che procedeva alternando brusche frenate ad accelerazioni repentine. L’autovettura fermava la sua marcia all’altezza di un distributore carburanti ove il personale operante procedeva al controllo del conducente che da subito appariva in evidente stato confusionale. L’uomo alla vista degli agenti si chiudeva all’interno dell’autovettura inserendo le sicure agli sportelli e impugnando un coltello di grosse dimensioni puntandoselo al petto minacciando il suicidio. Gli operatori della Volante allertavano il servizio 118 che interveniva prontamente sul posto. In tale frangente, con mossa repentina, il conducente, poi identificato per L.M. di anni 37, con una repentina manovra, percorrendo un lungo tratto dell’arteria stradale contromano, si dava alla fuga in direzione Pontecagnano. L’equipaggio della Polizia si poneva immediatamente all’inseguimento del soggetto che arrestava la sua marcia in Bellizzi nei pressi dell’abitazione della moglie, ribadendo le sue intenzioni suicidarie. Le trattative poste in essere dagli agenti, che intrattenevano un pacato e rassicurante colloquio, riuscivano a far desistere l’uomo dall’insano gesto, riuscendo dapprima a fare aprire le portiere dell’auto e subito dopo a farsi consegnare il coltello, di circa 35 cm di lunghezza. Nel frattempo, gli accertamenti esperiti tramite la Sala Operativa consentivano di acclarare che l’uomo  pochi giorni prima era stato denunciato dalla moglie per maltrattamenti e, per tale motivo, temendo che l’uomo potesse aver messo in atto altre azioni lesive, veniva effettuato un tempestivo controllo presso a sua abitazione per verificare lo stato di salute dei minori, che erano regolarmente in casa, in compagnia della nonna materna, tranquilli ed in buone condizioni. L’uomo, dopo essere stato sottoposto ad una prima visita medica dai sanitari del servizio 118, veniva poi trasportato presso l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona e ricoverato presso il reparto di psichiatria per gli ulteriori accertamenti del caso.

SALERNO: la Polizia di Stato blocca e denuncia tre rumeni ed un pregiudicato italiano per un tentativo di furto in zona collinare.

Nell’ambito dei predisposti servizi di prevenzione e repressione dei reati in genere, durante la nottata odierna, gli agenti della Polizia di Stato – Sezione Volanti, in località Brignano Superiore, a seguito di segnalazione pervenuta al 112 NUE, procedevano al controllo di un’autovettura OPEL Astra  di colore grigio con a bordo quattro persone, segnalate come autori di probabile furto in un edificio sito in via Galzigna, in zona Casa Manzo di Giovi.  Gli occupanti dell’auto, venivano identificati per  F.A.I.  di anni 24, U.C.A. di anni 20, R.D.I. di anni 23 cittadini rumeni e P.C. di anni 36 cittadino italiano, questi, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Nel corso dell’attività di P.G., all’interno dell’autovettura sulla quale viaggiavano i quattro, venivano rinvenuti, sul sedile posteriore attrezzi atti allo scasso, nello specifico un piede di porco, una pinza universale, una tronchese, delle torce, senza che i quattro giovani fossero in grado di giustificare il possesso di tali oggetti. Le persone sottoposte al controllo, che rispondevano alle descrizioni fornite quali autori dell’effrazione, con forzatura della porta di accesso di un immobile sito in via Galzigna 17, venivano accompagnati negli Uffici della Sezione Volanti per gli accertamenti di rito e i conseguenti adempimenti, venendo successivamente deferiti all’Autorità Giudiziaria per furto tentato ed ingiustificato possesso di oggetti atti allo scasso.

Redazione

Tags

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Collaboro con varie testate nazionali. Sono organizzatrice e curatrice di eventi.

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più