AmbienteCronacaIntervisteNewsScelti da noiVideo

Cercate l’Antica Madre, Presentazione del Saggio sulle Terre dei Fuochi

“Cercate l’Antica Madre, Storie di straordinaria resistenza nelle Terre dei Fuochi”,  racconta di territori italiani avvelenati. Dal Nord al Sud, dalla Lombardia, alla Campania, alla Basilicata, alla Puglia.

Presentato negli spazi del Bar Libreria Verdi a Salerno, con l’organizzazione del Comitato Salute e Vita, il saggio degli attivisti Miriam Corongiu e Vincenzo Tosti pone l’accento sugli sversamenti tossici, sull’aumento vertiginoso dei tassi tumorali, sulle gestioni criminose delle estrazioni petrolifere.

Impegnati da decenni, in prima linea, per la difesa dell’ambiente e dei territori, Vincenzo Tosti e Miriam Corongiu sono stati ieri, 18 aprile, a Salerno, per l’ennesima tappa di un tour che li sta portando in giro per l’Italia. 

Con Lorenzo Forte e Matteo Maria Zoccoli, rispettivamente presidente ed attivista del Comitato Salute e Vita di Salerno, hanno dialogato moderati dalla giornalista Maria Rosaria Voccia, direttore responsabile del sito di informazione Sevensalerno.

Miriam Corongiu e Vincenzo Tosti lavorano, fianco a fianco, da quattro anni, sui territori devastati.

Spiegano: “Il libro nasce dalla duplice esigenza di raccontare i viaggi fatti materialmente insieme nelle altre Terre dei Fuochi italiane e approntare un ulteriore strumento di lotta per dare la massima diffusione possibile ad un concetto preciso. La  Terra dei Fuochi campana non è un luogo geografico da chiudere negli angusti ambiti di una cartina geopolitica, ma l’effetto diretto – non collaterale – di un sistema di sviluppo predatorio che fagocita diritti (come quello basilare alla salute), distrugge i territori e sconvolge gli equilibri naturali.

Inoltre, un altro scopo è quello di riappropriarci della narrazione delle Terre dei Fuochi, troppo spesso demandata a media disattenti o in mala fede e che in nessun caso appartiene alle istituzioni”.

Solo tra le province di Napoli e Caserta, siamo di fronte ad un vero e proprio biocidio, una tragedia ambientale senza precedenti. Ci sono decine di “Terre dei Fuochi” sparse per l’Italia, da Nord a Sud

Lo sversamento di rifiuti tossici in Lombardia, la gestione criminosa delle estrazioni petrolifere in Basilicata, il ”triangolo della morte” dei petrolchimici in Sicilia, le morti premature dei bambini di Taranto, le discariche nel Lazio trasformate in bombe ecologiche, l’impatto ambientale negativo delle grandi opere inutili, gli incendi che ogni estate devastano i nostri parchi, fiumi e mari inquinati da liquami di ogni tipo,

In questo saggio a quattro mani, si raccontano i viaggi per il Bel Paese, alla ricerca di persone attive a difesa dei territori contro devastazioni ambientali di ogni genere, le varie “Terre dei Fuochi d’Italia”.

 “In tempi di fake news, la denuncia sociale deve essere lucida, non demagogica” affermano gli Autori.

L’intento di questo lavoro è rendere consapevoli le persone di che cosa hanno intorno, e quindi reagire.

“Gli sversamenti di rifiuti tossici nel bresciano, la gestione delle estrazioni petrolifere in Basilicata, il ‘triangolo della morte’ dei petrolchimici in Sicilia denunciano una situazione di oltraggi a natura e salute”.

Cercate l’antica madre mette in luce anche la miopia della classe dirigente.

Maria Rosaria Voccia

Interviste a cura di Maria Rosaria Voccia Copyright2019.Sevensalerno.Tutti i Diritti riservati

Tags

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Collaboro con varie testate nazionali. Sono organizzatrice e curatrice di eventi.

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più