CronacaNewsPolitica

Salerno: scontro verbale tra De Luca e Niang

Il presidente della comunità senegalese definito "mezzo camorrista"

La presenza della comunità senegalese a Salerno è decennale, integrati, contribuiscono in modo significativo all’economia cittadina. Di pochi giorni fa uno scontro verbale tra il Governatore De Luca e Douda Niang, attuale presidente della comunità senegalese. “A Salerno c’è la presenza di centinaia di immigrati che pretendono di occupare militarmente il lungomare della città, e di vendere prodotti contraffatti anche sul corso, fuori da ogni regola”. Queste le parole di De Luca.

 Douda Niang, definito un “mezzo camorrista”. Aggressioni ai vigili e spaccio

Dieci anni fa ero sindaco – afferma De Luca – e feci un accordo con l’allora capo della comunità senegalese, che era una persona di grande disponibilità e civiltà, e decidemmo così di aprire i mercatini etcnici. Per un po’ di tempo c’è stato rispetto reciproco, poi quel rappresentante è morto ed è stato cambiato. È arrivato un tipo che sembra un mezzo camorrista, che viene e parla a tu per tu. Nelle scorse settimane abbiamo registrato aggressioni ai nostri vigili urbani, poi spaccio droga sul lungomare”.

Maria Rosaria Voccia

 Foto: Douda Niang (Fonte Internet)

Tags

Maria Rosaria Voccia

Giornalista, editore e direttore responsabile di www.sevensalerno.it e di www.7network.it. Storico dell'Arte, sono cittadina del mondo, amo la vita, l'arte, il mare, i gatti... Esperta in giornalismo eco ambientale, tecnico di ingegneria naturalistica, mi impegno nelle e per le campagne eco ambientaliste perché desidero un mondo migliore, per noi e per i nostri figli. Collaboro con varie testate nazionali. Sono organizzatrice e curatrice di eventi.

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più