CronacaNews

Salerno: Polizia, controlli sul territorio

Salerno, controllo del territorio: arrestata una donna per evasione e denunciato un giovane per furto aggravato

Personale della Polizia di Stato, appartenente all’Ufficio Prevenzione Generale – sezione Volanti della Questura, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, rinforzati in occasione dell’evento “Luci d’artista”, ha tratto in arresto una donna salernitana identificata per N.L. di anni 48, ritenuta responsabile di evasione dagli arresti domiciliari.

Nel corso della stessa attività, i poliziotti hanno deferito in stato di libertà D.S.G. di anni 26, ritenuto responsabile di un furto di capi d’abbigliamento, avvenuto giorni addietro presso un’attività commerciale di Salerno.

In particolare, il personale delle volanti, transitando nelle aree comprese tra il quartiere di Fratte e la zona alta del Carmine, ha notato la presenza in strada di N.L., riconosciuta dai poliziotti quale persona sottoposta alla misura degli arresti domiciliari in conseguenza di un precedente arresto per cessione di sostanze stupefacenti.

La donna, fermata dagli agenti, non ha fornito alcuna giustificazione plausibile che motivasse il suo allontanamento dall’abitazione ove era ristretta agli arresti domiciliari, per cui è stata tratta in arresto per evasione dagli arresti domiciliari e posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per essere sottoposta al rito del giudizio direttissimo.

Nel corso del controllo, che consentiva di appurare l’evasione, la donna era in compagnia di D.S.G., che veniva riconosciuto dagli agenti quale autore di un furto di costosi capi d’abbigliamento presso un negozio del centro cittadino.

Il riconoscimento dell’uomo, deferito in stato di libertà per furto aggravato, è risultato possibile grazie alle immagini poste al vaglio degli agenti all’atto della constatazione dell’azione delittuosa commessa qualche giorno prima.

Nocera Inferiore: due ordinanze di misure cautelari 

Nella mattinata odierna Agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore hanno dato esecuzione a due ordinanze di misure cautelari personali disposte della locale Autorità Giudiziaria nei confronti di due individui resisi responsabili di tentata estorsione continuata e aggravata in concorso.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, trae origine da alcuni inquietanti episodi verificatisi tra il gennaio 2017 e il febbraio 2018 ai danni di un noto imprenditore di Nocera Inferiore operante nel settore petrolifero.

Nella notte tra il 18 e il 19 gennaio 2017, infatti, davanti all’abitazione di quest’ultimo sita in Nocera Inferiore veniva collocato un ordigno esplosivo che deflagrava danneggiando il cancello carraio.

Il 12 gennaio 2018 venivano esplosi 9 colpi di pistola calibro 9 mm contro la medesima abitazione.

I due episodi erano stati preceduti e seguiti da una serie di minacce e intimidazioni all’indirizzo dell’industriale e dei suoi familiari, consistenti in messaggi, telefonate ed invio di foto che avevano lo scopo di ottenere la restituzione di una ingente somma di denaro prestata dagli arrestati all’imprenditore per un investimento in Spagna nel settore petrolifero (olii lubrificanti) nella zona di Algete (Madrid ESP) per un ammontare di circa 700.000 euro.

L’attività investigativa condotta dagli Agenti del Commissariato e coordinata dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, ha permesso di ricostruire l’intera vicenda e risalire ai mandanti della tentata estorsione, tre soggetti residenti in provincia di Napoli, già noti alla Polizia e legati agli ambienti criminali partenopei.

Il quadro indiziario raccolto nel corso delle indagini ha permesso alla locale Procura della Repubblica di richiedere al GIP l’emissione di provvedimenti cautelari personali nei confronti dei tre e far scattare l’odierna operazione di Polizia. Nelle prime ore di oggi gli Agenti di Polizia hanno fatto irruzione in tre abitazioni ubicate rispettivamente in San Giorgio a Cremano (Na) e Ponticelli (Na) dove hanno tratto in arresto i due fratelli CUCCARO Salvatore nato a Napoli il 02/03/1976 (pregiudicato per vari reati) e CUCCARO Alessio nato a Napoli il 25/05/1978 (con precedenti di polizia legati agli stupefacenti);

Entrambi dovranno rispondere dei reati di tentata estorsione continuata e aggravata ai sensi degli arti 110, 56, 629 e 635 del codice penale.

I due dopo le formalità di rito sono stati posti rispettivamente agli arresti domiciliari e all’obbligo di dimora con braccialetto elettronico.

Un terzo complice, sottrattosi alla cattura, è attivamente ricercato.

Comunicato Stampa Questura di Salerno

Redazione

Tags
Mostra altri

Articoli correlati

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più