Sport

Salerno Guiscards: arrivano in squadra la palleggiatrice Cicatelli e la schiacciatrice Carrafiello

Altri due rinforzi per la squadra salernitana che affronterà il prossimo campionato di Serie C femminile

Medesimo nome di battesimo, identica voglia di essere protagoniste e di trascinare la Salerno Guiscards più in alto possibile. Sara Carrafiello e Sara Cicatelli sono i due nuovi rinforzi della polisportiva salernitana del presidente Pino D’Andrea. Schiacciatrice, la prima, palleggiatrice la seconda, si tratta di elementi giovani ma con importanti esperienze alle spalle e che potranno dare sicuramente un contributo rilevante in questa stagione alla squadra guidata da coach Tescione.

Classe 1997, dopo aver iniziato a Battipaglia, Sara Carrafiello ha svolto tutta la trafila, dal settore giovanile alla prima squadra, alla Volley Project Pontecagnano, con diversi campionati giocati da protagonista, prima di indossare la maglia della Pessy Volley. Ora, dopo un periodo di stop, ecco la nuova avventura targata Salerno Guiscards: «Torno a giocare dopo un anno e mezzo. La voglia di riprendere, di crescere e di non abbandonare ciò che per anni è stata la mia grande passione, mi ha convinto a tornare in campo e ora sono qui con grande entusiasmo». Gli allenamenti, i primi attacchi, Carrafiello si è subito ambientata in casa Guiscards: «Il bilancio di questo primo mese di preparazione è sicuramente positivo – continua la schiacciatrice –, mi trovo molto bene con le ragazze e ho trovato una società molto organizzata che cura tutto nei minimi dettagli. Credo ci sia la possibilità di fare grandi cose». C’è poi anche un retroscena di mercato che riguarda Carrafiello. Infatti, erano già diverse stagioni che coach Tescione la corteggiava: «Francesco mi ha allenato da piccola a Battipaglia, mi conosce bene. È un allenatore molto esigente, spero di ripagare la sua fiducia». Magari con il suo colpo preferito, la parallela, ma, cosa più importante, per Carrafiello questa può essere un’annata molto importante: «Sono qui per crescere e migliorare tanto, allenamento dopo allenamento e così magari riscattare quella semifinale play off persa contro la Due Principati, qualche stagione fa. Sono certa che, con il lavoro che stiamo facendo, possiamo fare davvero bene».

Pronta ad alzare i palloni verso posto 4 c’è Sara Cicatelli. Classe 1999, cresciuta con la Pallavolo Battipaglia, la nuova regista della Salerno Guiscards ha poi giocato a Pontecagnano, nel Cus Salerno mentre l’anno scorso con la Battipagliese Volley ha vinto il campionato di Serie C: «Quella di Battipaglia è stata un’esperienza bellissima, che tornando indietro rifarei sempre. Una grande annata, con una squadra forte e un gruppo solido, che si è chiusa nel migliore dei modi». Figlia d’arte, il padre Teodoro ha giocato anche in A2, Sara è pronta a vivere un’altra grande stagione da protagonista: «Quando la società del presidente D’Andrea mi ha contattato, ho accettato con entusiasmo. All’inizio è stato un po’ strano in quanto sono arrivata in un gruppo già formato, di cui conoscevo solo Sara Carrafiello. Devo dire, però, che ho trovato una società molto organizzata e attenta a tutte le esigenze delle atlete». E a tal proposito per le palleggiatrici, c’è un allenatore specifico: «Rino Esposito è fantastico. Avevo già avuto modo di conoscerlo sia in campo, dato che ha giocato con mio padre, sia fuori. Si vede che ci tiene molto al lavoro che fa, ci mette tanta passione ed entusiasmo per farci crescere e siamo davvero molto contente di lavorare con lui». Anche perché anche grazie al lavoro con Rino Esposito, Cicatelli può crescere ancora tanto: «Il mio obiettivo – ha concluso la nuova palleggiatrice della Salerno Guiscards – è quello di migliorare, allenamento dopo allenamento, sperando di poter dare un contributo importante alla squadra nel raggiungimento degli obiettivi stagionali».

Redazione

Tags
Mostra altri

Articoli correlati

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più