ArteArtistiCulturaEventiIntervisteVideo

Profilo d’Artista: Ivad Bassil

Conosciuto/Sconosciuto al Museo Diocesano di Salerno

La Mostra Personale al Museo Diocesano di Salerno

“Conosciuto/Sconosciuto”, dal 15 al 29 maggio 2018

 

Il Portale di informazione territoriale 7salerno, in sinergia con il Museo Diocesano San Matteo di Salerno, presenta la Mostra Personale dell’Artista Ivad Bassil, dal titolo “Conosciuto/Sconosciuto”.

Ivad Bassil, classe 1993, pittore, scultore e fotografo, Libanese di Batrun, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Beirut, si è laureato in Arti visive e Pittura presso l’Accademia di Belle arti di Brera, ha partecipato a numerose mostre in Italia e all’estero.

A Salerno, nelle sale del Museo Diocesano, scrigno d’arte e di cultura, ha partecipato alle importanti collettive “In Viaggio nel Regno delle Due Sicilie” a settembre 2017, e “Nel Segno della Croce” a marzo 2018.

“L’Italia è sempre stato il mio sogno-dice Ivad Bassil, “ho sentito l’esigenza di uscire dalla mia realtà per lanciarmi verso la creazione. Così, lontano dal mio Paese, in Italia dal 2013 mi sento bene, appagato, ma sospeso”.

Ivad Bassil è sospeso infatti tra due culture, la libanese e l’italiana. Di entrambe ha preso la parte creativa, mescolandole tra loro oppure rimarcando una piuttosto che l’altra, in un equilibrio di forme e di luce, diretta, indiretta, specchiante.

Ciò che differenzia e rende unico il Libano è il suo costante ruolo di crocevia e ponte tra il mondo Cristiano ed Islamico, con i contatti frequenti con l’Europa, in particolare Francia e Italia.

 L’Artista lavora sul processo di stratificazione ed ossidazione del colore, creando una pittura essenziale e minimalista, alla continua ricerca della traccia del Tempo.

La mostra presentata a Salerno, è costruita per mettere in evidenza la personalità dell’Artista. E’ uno studio introspettivo, una ricerca sulla Personalità. L’utilizzo delle cromìe modulate sul colore grigio, è un’importante scelta di campo, che rimarca uno stato d’animo sospeso, in bilico tra due culture, tra due desideri di voler essere e voler diventare, desideri che poi egregiamente si fondono e confondono sulla tela in cui l’Artista, il riguardante e l’ambiente circostante si specchiano.

La mostra sarà visitabile dal 15 al 29 maggio 2018, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, escluso il Mercoledì, giorno di chiusura del Museo.

 Vernissage: martedi 15 maggio 2018 ore 17, Museo Diocesano San Matteo di Salerno, Largo Plebiscito 12.

 Curatrice dr.ssa Maria Rosaria Voccia, Allestimento Architetto Pasquale Cicalese

 Comunicazione e Ufficio Stampa 7Salerno Official Media Partner

redazione@sevensalerno.it

 

 

 

Tags
Mostra altri

Articoli correlati

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più