Sport

Salerno: HyppoBasket, le società di Giosaf Frascino e Carlo Rizzo uniscono le forze per concentrarsi sulla crescita dei giovani

Giosafat Frascino e Carlo Rizzo lavoreranno a braccetto per alzare l’asticella, in termini di qualità degli allenamenti e per mettere a disposizione degli atleti del vivaio la miglior offerta possibile dal punto di vista tecnico (con allenatori estremamente qualificati), fisico (grazie al lavoro dei preparatori) ed umano (collocando in primo piano la necessità di formare gli adulti di domani oltre che dei giocatori di pallacanestro).

Nell’ambito di questo rapporto di collaborazione, Hippo Basket Salerno e C.S. Pastena parteciperanno assieme ai campionati Under 20, Under 18, Under 16, Under 15, Under 14 ed Under 13. La partnership tra i due club riguarderà anche l’avvio di progetti di sviluppo sul territorio della pallacanestro e dell’attività motoria in genere in scuole e presso altre strutture.

«Lo scorso anno abbiamo lavorato in sinergia con altre società del territorio, che hanno sposato la nostra filosofia e che continueranno a far parte del progetto – ha spiegato il presidente della Hippo Basket Salerno, Giosafat Frascino –. In questi mesi non ci siamo fermati e ci siamo confrontati anche con altre realtà cittadine, trovando diversi punti di contatto con l’amico Carlo Rizzo. Personalmente sono contento di avviare questo progetto. Da giocatore sono stato loro tesserato e negli anni ’80 abbiamo raggiunto risultati importanti col settore giovanile, con squadre che vincevano i campionati in tutte le categorie d’età a livello provinciale e competevano con altre società nelle finali a livello regionale. Il nostro obiettivo è quello di ricreare quel clima, con gente che aveva voglia di giocare, stare in palestra, di vivere un sano agonismo focalizzato sul risultato ma senza l’ossessione di vincere a tutti i costi. Messe assieme le due società arrivano a circa 400 tesserati, per cui hanno un bacino d’utenza importante per sviluppare pure progetti nel sociale, coinvolgendo tutte le componenti di questa “macchina”, con in testa le famiglie, e per attirare degli sponsor che possano sostenere un’attività mai così intensa».

Il Centro Sportivo Basket Pastena è da quarant’anni impegnato nella diffusione e promozione della pallacanestro. Nella storica palestra della scuola media “N. Monterisi” sono passate migliaia di ragazzi sotto la supervisione del professor Michele Rizzo che, con grande passione, si è dedicato a trasmettere valori sani e la tenacia per ottenere i migliori risultati possibili. Oggi il C.S. Pastena, diretto da suo figlio Carlo, si apre ad una nuova collaborazione con la giovane realtà della Hippo Basket Salerno.

«Sarà una collaborazione finalizzata a “sincronizzare gli orologi” – ha affermato Carlo Rizzo – ed a lanciare un messaggio chiaro a tutti, salernitani e non. Nasce un progetto sportivo serio e di qualità, volto a potenziare le risorse in termini di staff e dirigenti ma anche di strutture sportive. Due sodalizi che insieme vantano un considerevole numero di atleti, che da oggi possono contare su tecnici preparati e competenti, su dirigenti affidabili e disponibili e soprattutto sulla compartecipazione delle palestre. Non vediamo l’ora di iniziare questo percorso per dare un segnale di collaborazione fattiva e di unione d’intenti, attraverso progetti comuni nelle scuole; per la promozione dello sport nella comunità salernitana; per offrire ai nostri atleti un progetto di continuità negli anni all’insegna della qualità e professionalità».

Dal prossimo anno, dunque, C.S. Pastena e Hippo Basket Salerno collaboreranno a livello di Settore Giovanile, condividendo lo stesso punto di vista riguardo alla crescita dei piccoli atleti. E’ evidente che, anche a causa dei limiti delle strutture sportive cittadine, rispetto ad altre realtà della regione ci sia un gap da colmare e le due società ritengono che l’unico modo per aumentare la competitività dei rispettivi gruppi sia quello di fare squadra.

«Insieme saremo più forti – conclude Giosafat Frascino –. Dispiace per chi non ha colto lo spirito della nostra iniziativa, rimanendo fermo sulle proprie posizioni. Ma le porte restano aperte per chiunque abbia voglia di collaborare e di far parte di un progetto che riteniamo possa produrre frutti nel tempo».

Tags
Mostra altri

Articoli correlati

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più