ArteArte in cittàArtistiCulturaEventiMostrePrimo PianoScelti da noiVideo

Ivad Bassil: la Mostra Personale al Museo Diocesano di Salerno

"Conosciuto/Sconosciuto", dal 15 al 29 maggio 2018

Il Portale di informazione territoriale 7salerno, in sinergia con il Museo Diocesano San Matteo di Salerno, presenta la Mostra Personale dell’Artista Ivad Bassil, dal titolo “Conosciuto/Sconosciuto”.

Ivad Bassil, classe 1993, pittore, scultore e fotografo, Libanese di Batrun, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Beirut, si è laureato in Arti visive e Pittura presso l’Accademia di Belle arti di Brera, ha partecipato a numerose mostre in Italia e all’estero.

A Salerno, nelle sale del Museo Diocesano, scrigno d’arte e di cultura, ha partecipato alle importanti collettive “In Viaggio nel Regno delle Due Sicilie” a settembre 2017, e “Nel Segno della Croce” a marzo 2018.

“L’Italia è sempre stato il mio sogno-dice Ivad Bassil, “ho sentito l’esigenza di uscire dalla mia realtà per lanciarmi verso la creazione. Così, lontano dal mio Paese, in Italia dal 2013 mi sento bene, appagato, ma sospeso”.

Ivad Bassil è sospeso infatti tra due culture, la libanese e l’italiana. Di entrambe ha preso la parte creativa, mescolandole tra loro oppure rimarcando una piuttosto che l’altra, in un equilibrio di forme e di luce, diretta, indiretta, specchiante.

Ciò che differenzia e rende unico il Libano è il suo costante ruolo di crocevia e ponte tra il mondo Cristiano ed Islamico, con i contatti frequenti con l’Europa, in particolare Francia e Italia.

L’Artista lavora sul processo di stratificazione ed ossidazione del colore, creando una pittura essenziale e minimalista, alla continua ricerca della traccia del Tempo.

La mostra presentata a Salerno, è costruita per mettere in evidenza la personalità dell’Artista. E’ uno studio introspettivo, una ricerca sulla Personalità. L’utilizzo delle cromìe modulate sul colore grigio, è un’importante scelta di campo, che rimarca uno stato d’animo sospeso, in bilico tra due culture, tra due desideri di voler essere e voler diventare, desideri che poi egregiamente si fondono e confondono sulla tela in cui l’Artista, il riguardante e l’ambiente circostante si specchiano. 

La mostra sarà visitabile dal 15 al 29 maggio 2018, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, escluso il Mercoledi, giorno di chiusura del Museo.

Vernissage: martedi 15 maggio 2018 ore 17, Museo Diocesano San Matteo di Salerno, Largo Plebiscito 12.

Curatrice dr.ssa Maria Rosaria Voccia
Allestimento Architetto Pasquale Cicalese
Comunicazione e Ufficio Stampa 7Salerno Official Media Partner
redazione@sevensalerno.it

English Version

The 7salerno local information portal, in synergy with the San Matteo Diocesan Museum in Salerno, presents the Personal Exhibition of the Artist Ivad Bassil, entitled “Known / Unknown”.

Ivad Bassil, born in 1993, painter, sculptor and photographer, Lebanese of Batrun, attended the Academy of Fine Arts in Beirut, graduated in Visual Arts and Painting at the Academy of Fine Arts of Brera, has participated in numerous exhibitions in Italy and abroad.

In Salerno, in the halls of the Diocesan Museum, a treasure trove of art and culture, he participated in the important group “In Viaggio nel Regno delle Due Sicilie” in September 2017, and “Nel Segno della Croce” in March 2018.

“Italy has always been my dream – says Ivad Bassil,” I felt the need to get out of my reality to launch myself towards creation. So, far from my country, in Italy from 2013 I feel good, satisfied, but suspended “.

In fact, Ivad Bassil is suspended between two cultures, the Lebanese and the Italian. Of both he took the creative part, mixing them together or remarking one rather than the other, in a balance of shapes and light, direct, indirect, mirroring.

What differentiates and makes Lebanon unique is its constant role as a crossroads and bridge between the Christian and Islamic world, with frequent contacts with Europe, in particular France and Italy.

The artist works on the process of stratification and oxidation of color, creating an essential and minimalist painting, constantly looking for the trace of Time.

The exhibition presented in Salerno is built to highlight the personality of the Artist. It is an introspective study, a research on personality. The use of the colors modulated on the gray color, is an important choice of field, which remarks a suspended state of mind, poised between two cultures, between two desires of wanting to be and wanting to become, desires that then merge very well and they confuse on the canvas in which the artist, the relative and the surrounding environment are mirrored.

The exhibition will be open from May 15th to 29th 2018, from 9am to 1pm and from 3pm to 7pm, except on Wednesday, closing day of the Museum.

Vernissage: Tuesday, May 15, 2018 hours 17, Diocesan Museum San Matteo in Salerno, Largo Plebiscito 12.

Curator Dr. Maria Rosaria Voccia
Pasquale Cicalese architect
Communication and Press Office 7Salerno Official Media Partner
redazione@sevensalerno.it

Tags
Mostra altri

Articoli correlati

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più