CronacaNewsPolitica

Baronissi: il Partito della Rifondazione Comunista Sinistra Europea commenta l’attacco militare in Siria

Contro tutte le guerre SENZA SE e SENZA MA: il sit-in/fiaccolata alla Villa Comunale di Baronissi martedi 17 aprile alle ore 18,00.

 

“L’attacco deciso da Trump, May e Macron è un atto di terrorismo internazionale. Si tratta di un’azione illegale in violazione del diritto internazionale. Le dichiarazioni del Presidente del Consiglio Gentiloni sull’uso di armi chimiche sono giustificazioni implicite dei bombardamenti. Il Presidente del Consiglio ha le prove che nessuno al mondo ha visto? Il servilismo di Gentiloni è vergognoso. Di fronte a quanto sta accadendo l’Italia, sulla base dell’articolo 11 della Costituzione, ha il dovere di dichiarare l’indisponibilità all’uso delle basi e di dissociarsi apertamente da un intervento militare che è fuori della legalità. Rilanciamo in tutto il paese mobilitazioni contro la guerra senza se e senza ma.” Con queste parole il PARTITO della RIFONDAZIONE COMUNISTA – SINISTRA EUROPEA ha commentato l’attacco militare alla Siria. Ecco oggi questa è la nostra priorità immediata:contro tutte le guerre SENZA SE e SENZA MA .

Con questo spirito e con questa “priorità assoluta” abbiamo indetto un sit-in/fiaccolata alla Villa Comunale (di fronte al Palazzo di città) di Baronissi per domani, 17/4/2018 alle ore 18,00.

L’intendo è quello di costruire  momenti di mobilitazione lunga e permanente nel tempo, con l’obiettivo di far nascere un movimento di massa per la pace e “ponti di pace e di dialogo”. Pertanto abbiamo invitato alla nostra iniziativa tutti (organi istituzionali compresi), abbiamo contattato i responsabili di tutte le “fedi” presenti sul nostro territorio (cattolici, buddisti, evangelisti) e le numerose associazioni di Baronissi.

Inoltre già nella mattinata di dopo domani (18/4/2018) protocolleremo una nostra formale proposta indirizzata a tutti i consiglieri comunali per far presentare, sia come o.d.g. nel prossimo consiglio comunale sia come integrazione allo statuto della città di Baronissi, una formale dichiarazione per dichiarare la città di Baronissi come una città per la pace, il dialogo e l’autodeterminazione dei popoli e SEMPRE contraria a qualsiasi intervento armato.

Su questo “valuteremo e misureremo” le reali intenzioni di tutti i singoli consiglieri e ci dichiariamo sin da ora disponibile a qualsiasi momento di confronto con loro su tale proposta.

Comunicato Stampa

Redazione

Tags
Mostra altri

Articoli correlati

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più